Martedì, 11 Dic 2018
You are here: Home

Risorse

Bacheca parrocchiale

Ambulatorio medico parrocchiale Si comunica che ogni mercoledì mattina dalle 9,30 alle 12,30 e venerdì pomeriggio dal...
Noi del Volontariato Vincenziano rivolgiamo un appello per una famiglia particolarmente bisognosa di tutto il necessario...
Guardaroba: Il Gruppo Volontariato Vincenziano che gestisce il servizio guardaroba comunica che si ricevono  indumenti...

Archivio parrocchiale

Il sacerdozio e Maria. A conclusione dell’anno sacerdotale, vogliamo presentare una riflessione sul legame tra la Mad...
Il caso: il distributore di carburante. (articolo pubblicato su "La Sicilia" del 12 agosto 2010) Accanto alla chiesa i...
Ex cattedrale nel deserto. Pubblicato il bando pubblico per l’appalto dei lavori di completamento di una delle due ...

Auguri a...

Antonella e Luciano annunciano a tutta la comunità che l' 11 febbraio 2013 è nato il loro primogenito Fabrizio. La Ch...

Shinystat

Avviso importante

Programma settimanale della parrocchia

Attivita del mese

Ottobre 2012 21 Domenica XXIX Domenica del Tempo Ordinario Giornata Missionaria Mondiale: Raccolta. Ritiro Spirituale Comunità “Gesù ama” Ritiro Spirituale Rinnovamento nello Spirito Catechesi... Leggi tutto...
Corso matrimoniale

Sono on-line le nuove schede del corso di preparazione al matrimonio. Visita la sezione "modulistica" oppure la sezione "Corsi" per scaricarle... 
La nuova chiesa

Sono state pubblicate le foto del progetto della nuova chiesa BMV di Loreto. Potete vederle all'interno del menu "La Chiesa" nella sezione "la chiesa domani" 
Giovedì sacerdotale

Giovedì 8 novembre ore 18,00: Giovedì sacerdotale presso la chiesa della Matrice.   I prossimi incontri sono previsti nei seguenti giorni: 08.11.2012 ore 18,00 Matrice06.12.2012 ore 18,00... Leggi tutto...
Corsi matrimoniali

Disponibile il modulo per la frequenza ai corsi matrimoniali e le schede del corso nella sezione corsi/corsi matrimoniali/schedecorso 
Lectio Divina

Ogni martedì, alle ore 18,00, in parrocchia si terrà la lectio divina. Il tema che sarà sviluppato quest’anno riguarda il CREDO. Ci interrogheremo sul senso da dare a questo verbo. Cercheremo di... Leggi tutto...
Lettera agli amministratori PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 09 Novembre 2011 14:23

Se ci è lecito ancora sognare

Lettera aperta agli amministratori di Sciacca

- Al Sig. Sindaco di Sciacca e alla sua Giunta
- Ai Sigg. Consiglieri Comunali

 

lettera

Noi, presbiteri della Chiesa di Sciacca, raccogliamo le residue speranze di quanti amano questa città, e ci facciamo portavoce per inviare a Voi, Amministratori e a quanti hanno responsabilità e titolo questa lettera aperta per sanare una ferita gravissima inferta alla nostra coscienza civile e religiosa. Non vogliamo rassegnarci. La misura è ormai colma. Non vogliamo renderci complici di un atto che offende la nostra dignità di cittadini e di quella delle istituzioni della nostra Repubblica. Soffocare questa speranza è volere rinunciare a quel riscatto civile a cui si ha diritto ancora di credere e dal quale ripartire per una costruzione di una società più giusta.

Non possiamo più attendere, non possiamo più tacere. Lo scenario davanti ai nostri occhi è davvero grave: crollano case per precise responsabilità, ma nessuno paga; i poveri crescono; c’è chi si uccide per la perdita del posto di lavoro; gli imprenditori ubbidendo solo alla logica del profitto preferiscono investire fuori dai confini nazionali e non importa se tanti operai rimangono senza lavoro; la scuola è in continua agitazione. Chi paga i danni di un mal governo? Lo smog e il conseguente inquinamento procurano seri problemi al nostro organismo: pensiamo ad alcune patologie e al numero dei ricoveri in ospedali. A chi importa?

(continua...)


Signori amministratori, Signori consiglieri comunali, il futuro del pianeta è nelle nostre mani ed è un futuro in pericolo. Il vostro silenzio ci preoccupa quanto la sorte del pianeta. Esiste uno stretto rapporto tra la devastazione ecologica e l’ingiustizia sociale, e i poveri, come sempre, sono quelli che soffrono di più per i danni ambientali. Nel messaggio del primo gennaio 1990 per la celebrazione della giornata mondiale per la pace, Giovanni Paolo II così scriveva: “Il rispetto per la vita e per la dignità della persona umana include anche il rispetto e la cura del creato”.

Noi ci opponiamo a questa distruzione della natura. Siamo seriamente preoccupati per questa politica che porta avanti affari senza che nessuno si sconvolga.

Non possiamo non indignarci per la delibera comunale n. 102 del 26.04.2010, che permetterebbe ad un privato cittadino di installare su un terreno pubblico un impianto di distribuzione carburanti proprio accanto alla costruenda Chiesa della Perriera e alla Caserma dei Carabinieri, vicino a diverse scuole, elementi particolarmente sensibili. Evidentemente tale Chiesa non costituisce per i nostri amministratori un bene architettonico e artistico da salvaguardare, curare, custodire.

Quel poco di terreno ancora non cementificato che ci resta deve essere utilizzato meglio. Occorre recuperare un giusto equilibrio tra uomo e ambiente e dal punto di vista ecologico e dal punto di vista paesaggistico. La riduzione di emissione di CO2, la sicurezza stradale, la tutela della salute e la pubblica incolumità costituiscono priorità e valore per i nostri politici locali?

Un tale atto amministrativo mostra scarsa sensibilità al senso religioso della vita e a quelle attività che ruotano attorno alla Parrocchia. Interessano ai nostri amministratori problematiche come l’educazione dei ragazzi, un po’ di verde per i nostri anziani? Per anni abbiamo lavorato per una Parrocchia con dei locali e spazi annessi per rispondere alle diverse esigenze del quartiere. Un quartiere esteso e densamente popolato, non certamente una periferia urbana, all’interno del quale la Parrocchia ha sempre rappresentato il riferimento più forte, aperto ad istanze di crescita e condivisione umana e culturale.

In uno snodo cruciale della viabilità, anche a motivo dei tanti plessi scolastici presenti, con circa quattro mila studenti, quel terreno pubblico deve essere garantito come spazio di tutti, non come risposta a privati.

Sogniamo una città “normale”, dove ai cittadini vengono garantiti gli stessi diritti. Gli abitanti della Perriera meritano lo stesso rispetto che si deve a quelli di Piazza Belvedere e di Piazza Libertà. Ma gli amministratori tengono conto del pensiero della gente? E’ solo il caso di ricordare il migliaio di firme raccolte dai cittadini a salvaguardia di questo spazio. “Una razionale viabilità” non dovrebbe essere garantita anche per la via L. Sciascia?

Sogniamo una città vivibile con gli amministratori interessati principalmente allo sviluppo e al progresso dei suoi cittadini. I signori amministratori non dimentichino di avere delle precise e impegnative responsabilità.

I sogni aiutano a vivere, ma se ci viene impedito di sognare, quale altra speranza ci resta?

In attesa di un riscontro, per il bene di una città che amiamo.

Sciacca, 04.11.2011

 

Il Clero di Sciacca

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 22 Ottobre 2012 15:41